Venezia, il diritto pattizio e il commercio mediterraneo nel basso medioevo

Main Article Content

Ermanno Orlando

Abstract

La floridezza economica e commerciale di Venezia nel basso medioevo fondava su una fitta rete di accordi internazionali, o pacta, stipulati con i diversi partner mediterranei allo scopo di mantenere libere e sicure le vie di traffico e di garantire autonomia di movimento ai propri mercanti. Alla base di tali patti vi erano alcune concessioni reciproche destinate a regolamentare l’esercizio del commercio e a facilitare la circolazione delle persone e delle merci. Essi costituivano il fondamento dello ius o mos mercatorum e del diritto internazionale dell’epoca. Stante la loro rilevanza, nel presente saggio si vuole dunque ragionare sui patti commerciali veneziani con il Mediterraneo orientale, per delinearne la natura, le forme, i contenuti e l’efficacia.

Downloads

Download data is not yet available.

Article Details

Come citare
Orlando, E. (2016). Venezia, il diritto pattizio e il commercio mediterraneo nel basso medioevo. Reti Medievali Rivista, 17(1), 3-33. https://doi.org/10.6092/1593-2214/487
Sezione
Saggi